Rize Grike
Coniugazione dei verbi
Tetradi 2 Decembrìu 2020

Indicazioni per la coniugazione dei verbi:
vedere note in calce.

Inserire il verbo
Attiva:
Passiva:
Media:
Verbo:
Modo Indicativo
Presente
evòrokkèome
esùrokkèese(s)
cinorokkèete
emìrokkeomèsta
esirokkeesèsta
cinirokkèutte


Aoristo (passato prossimo e remoto)

evò rokkèftimo
esùrokkèfti
cinorokkèfti
emìrokkeftimòsto
esirokkeftisòsto
cinirokkèftisa
Imperfetto
evòrokkèamo
esùrokkèaso
cinorokkèato
emìrokkeamòsto
esirokkeasòsto
cinirokkèatto


Trapassato

evòìkha rokkeftònta
esùìkhe(s) rokkeftònta
cinoìkhe rokkeftònta
emììkhamo rokkeftònta
esiìkhato rokkeftònta
ciniìkhane rokkeftònta
Modo Congiuntivo

Presente

narokkeftò evò
narokkeftì esù
narokkeftì cino
narokkeftùme emì
narokkeftìte - ùte esi
narokkeftùne cini


Trapassato

kaevò ìkha rokkeftònta
kaesù ìkhe(s) rokkeftònta
na ìkhe rokkeftònta cino
na ìkhamo rokkeftònta emì
na ìkhato rokkeftònta esi
na ìkhane rokkeftònta cini



Imerfetto

ka evòrokkèamo
ka esùrokkèaso
ka cinorokkèato
ka emìrokkeamòsto
ka esirokkeasòsto
ka cinirokkèatto


Passato

ka evò rokkèftimo
ka esùrokkèfti
ka cino rokkèfti
ka emìrokkeftimòsto
ka esirokkeftisòsto
ka cini rokkeftisa


Modo Condizionale
Imperativo

Presente

evòrokkèamo
esùrokkèaso
cinorokkèato
emìrokkeamòsto
esirokkeasòsto
cinirokkèatto


Passato

evòìkha rokkeftònta
esùìkhe(s) rokkeftònta
cinoìkhe rokkeftònta
emììkhamo rokkeftònta
esiìkhato rokkeftònta
ciniìkhane rokkeftònta



Presente

rokkèftu
rokkeftì
rokkeomèsta
rokkeftìtesta - ùtesta - ìte
rokkeftùne


Gerundio
Presente
passato
rokkeftònta
Participio
rrokkià(t)o
Perfetto (passato prossimo)
m'ìme rrokkiàta
infinito
rokkeftì

Anche se in tabella di norma non è indicato, si tenga presente che nel medio-pasassivo è di uso frequente l'aumento nel presente ed in misura maggiore nell'imperfetto e nell'aoristo: erokkèome - erokkèamo - erokkèftimo.

La flessione mediopassiva traduce la "forma riflessiva", la "forma passiva", la "forma impersonale" ed in alcuni casi la "forma attiva".

La forma riflessiva usa soltanto questa flessione.

La forma impersonale , usata soltanto nelle terze persone:
- elèete = si dice;
- ecì etròato calà = là si mangiava bene;
- emàsi prèsta = si apprese presto.
a volte è sostituita dalla terza persona plurale della coniugazione attiva:
- elène = dicono;
- o mmàsane prèsta = lo appresero presto.

Per la forma passiva, pur potendo essere espressa con flessione medio-pasiva,
generalmente si ricorre a forme combinate del verbo ìme (essere) o èrkome (venire) col participio perfetto,
oppure ricomponendo la frase in modo attivo:
- Iu ecùese apu martàna = così vieni sentito (fin) da Martano;
- epulìsti sto nimìco = si vendette al nemico (rifl.);
- cìtto spìti epulìsti = quella casa è stata venduta.
- "Egràfti sti scòla" può tradurre sia:
- si è iscritto a scuola,
che:
- è stato iscritto a scuola",
ma in questo caso la forma passiva è comunemente resa con:
- ìrte grammèno sti scola = fu (venne) iscritto a scuola,
oppure, in forma attiva:
- o gràfsane sti scola = lo scrissero a scuola".
La stessa cosa dicasi degli esempi seguenti:
- ìkha mposònta = ero stato spinto; (S 16)
- utto pannì efanòsi poddhì ceròn ampì = questa stoffa fu tessuta molto tempo fa. (S 177)

Alcuni verbi hanno forma medio-passiva in grico e forma attiva in italiano, es.: ghènome;
alcuni altri, in grico, in parte sono coniugati con la forma attiva ed in parte con la forma medio-passiva, es.: stèo.

Avvertenza:
qui viene presentata la forma medio - passiva a prescindere dal modo in cui essa viene usata (riflessiva, impersonale, passiva) ed anche a prescindere dal significato del verbo italiano (qualora ne avesse più di uno). Nel passato prossimo, tranne pochi casi, viene proposta la forma passiva.

2012-2020
© www.rizegrike.com
info@rizegrike.com