Rize Grike
Coniugazione dei verbi
Samba 31 Ottobrýu 2020

Indicazioni per la coniugazione dei verbi:
vedere note in calce.

Inserire il verbo
Attiva:
Passiva:
Media:
Verbo:
Modo Indicativo
Presente
ev˛enghiÓzome
es¨enghiÓzese(s)
cinoenghiÓzete
emýenghiazomŔsta
esienghiazesŔsta
cinienghiÓzutte


Aoristo (passato prossimo e remoto)

ev˛ enghiÓstimo
es¨enghiÓsti
cinoenghiÓsti
emýenghiastim˛sto
esienghiastis˛sto
cinienghiÓstisa
Imperfetto
ev˛enghiÓzamo
es¨enghiÓzaso
cinoenghiÓzato
emýenghiazam˛sto
esienghiazas˛sto
cinienghiÓzatto


Trapassato

ev˛ýkha enghiast˛nta
es¨ýkhe(s) enghiast˛nta
cinoýkhe enghiast˛nta
emýýkhamo enghiast˛nta
esiýkhato enghiast˛nta
ciniýkhane enghiast˛nta
Modo Congiuntivo

Presente

naenghiast˛ ev˛
naenghiastý es¨
naenghiastý cino
naenghiast¨me emý
naenghiastýte - ¨te esi
naenghiast¨ne cini


Trapassato

kaev˛ ýkha enghiast˛nta
kaes¨ ýkhe(s) enghiast˛nta
na ýkhe enghiast˛nta cino
na ýkhamo enghiast˛nta emý
na ýkhato enghiast˛nta esi
na ýkhane enghiast˛nta cini



Imerfetto

ka ev˛enghiÓzamo
ka es¨enghiÓzaso
ka cinoenghiÓzato
ka emýenghiazam˛sto
ka esienghiazas˛sto
ka cinienghiÓzatto


Passato

ka ev˛ enghiÓstimo
ka es¨enghiÓsti
ka cino enghiÓsti
ka emýenghiastim˛sto
ka esienghiastis˛sto
ka cini enghiastisa


Modo Condizionale
Imperativo

Presente

ev˛enghiÓzamo
es¨enghiÓzaso
cinoenghiÓzato
emýenghiazam˛sto
esienghiazas˛sto
cinienghiÓzatto


Passato

ev˛ýkha enghiast˛nta
es¨ýkhe(s) enghiast˛nta
cinoýkhe enghiast˛nta
emýýkhamo enghiast˛nta
esiýkhato enghiast˛nta
ciniýkhane enghiast˛nta



Presente

enghiÓstu
enghiastý
enghiazomŔsta
enghiastýtesta - ¨testa - ýte
enghiast¨ne


Gerundio
Presente
passato
enghiast˛nta
Participio
enghiammŔno
Perfetto (passato prossimo)
ime | Ŕkho enghiammŔna
infinito
enghiastý
La flessione mediopassiva traduce la "forma riflessiva", la "forma passiva", la "forma impersonale" ed in alcuni casi la "forma attiva".

La forma riflessiva usa soltanto questa flessione.

La forma impersonale , usata soltanto nelle terze persone:
- elŔete = si dice;
- ecý etr˛ato calÓ = lÓ si mangiava bene;
- emÓsi prŔsta = si apprese presto.
a volte Ŕ sostituita dalla terza persona plurale della coniugazione attiva:
- elŔne = dicono;
- o mmÓsane prŔsta = lo appresero presto.

Per la forma passiva, pur potendo essere espressa con flessione medio-pasiva,
generalmente si ricorre a forme combinate del verbo ýme (essere) o Ŕrkome (venire) col participio perfetto,
oppure ricomponendo la frase in modo attivo:
- Iu ec¨ese apu martÓna = cosý vieni sentito (fin) da Martano;
- epulýsti sto nimýco = si vendette al nemico (rifl.);
- cýtto spýti epulýsti = quella casa Ŕ stata venduta.
- "EgrÓfti sti sc˛la" pu˛ tradurre sia:
- si Ŕ iscritto a scuola,
che:
- Ŕ stato iscritto a scuola",
ma in questo caso la forma passiva Ŕ comunemente resa con:
- ýrte grammŔno sti scola = fu (venne) iscritto a scuola,
oppure, in forma attiva:
- o grÓfsane sti scola = lo scrissero a scuola".
La stessa cosa dicasi degli esempi seguenti:
- ýkha mpos˛nta = ero stato spinto; (S 16)
- utto panný efan˛si poddhý cer˛n ampý = questa stoffa fu tessuta molto tempo fa. (S 177)

Alcuni verbi hanno forma medio-passiva in grico e forma attiva in italiano, es.: ghŔnome;
alcuni altri, in grico, in parte sono coniugati con la forma attiva ed in parte con la forma medio-passiva, es.: stŔo.

Avvertenza:
qui viene presentata la forma medio - passiva a prescindere dal modo in cui essa viene usata (riflessiva, impersonale, passiva) ed anche a prescindere dal significato del verbo italiano (qualora ne avesse pi¨ di uno). Nel passato prossimo, tranne pochi casi, viene proposta la forma passiva.

2012-2020
© www.rizegrike.com
info@rizegrike.com